E.D. per il Bene Comune

25 mar 2008




Come promesso, e le "PROMESSE" noi le manteniamo "SEMPRE", ecco la "COMUNICAZIONE IMPORTANTE", che in pratica è un "CONTRORDINE" al post di domenica 16 marzo, a cui facciamo una piccola premessa.Abbiamo sempre affermato che ciò che stiamo facendo lo facciamo, in maniera assolutamente "DISINTERESSATA", esclusivamente per il bene del nostro Paese, per cui vi dimostreremo che noi di EMERGENZA DEMOCRATICA, quando cambiamo idea (perché a volte la cambiamo anche noi), lo facciamo rimanendo comunque sempre "COERENTI" con noi stessi, senza per questo metterci i paraocchi o mantenendo stupidi preconcetti per "PARTITO" preso (scusate il gioco di parole).Dunque.Qualche giono fa, a Roma, davanti alla sede RAI di Viale Mazzini, con un appuntamento fissato telefonicamente il giorno prima, abbiamo incontrato un certo "SIGNORE", che per la cronaca è anche un "SENATORE" della Repubblica italiana, ma che preferiamo citare semplicemente come "SIGNOR ROSSI" e non come "SENATORE" perché vogliamo fargli un complimento ed evitare così di confonderlo con altri suoi "COLLEGHI" politicanti "PARTITICIZZATI".Lo abbiamo visto e gli abbiamo parlato ai giardinetti di fronte alla RAI, mentre su una panchina armeggiava personalmente con pezzi di scotch e assicelle di legno, facendo cartelli da usare poi per manifestare contro la spudorata mancanza di "IMPARZIALITA'" dimostrata dai mass media nazionali che come al solito negano un minimo di visibilità ai "PICCOLI" durante le campagne elettorali... specialmente se non sono dei "PARTITI".Il "SIGNOR ROSSI" sembrava un "CITTADINO" come qualunque altro e questa dimostrazione di assoluta "NORMALITA'" è stato un punto a suo favore, anche perché abbiamo subito notato che non aveva intorno leccaborse, gorilla o giornalisti leccapiedi, come invece "NECESSITA" a molti dei suoi (poco) onorevoli colleghi "PARTITICIZZATI".Ed è stato un secondo punto a suo favore.L'incontro doveva servire a capire se la "LISTA CIVICA" (N.B.: "LISTA CIVICA", non "PARTITO") che hanno messo su, in lotta contro "TUTTI" e nonostante "TUTTO", riuscendo a presentare candidati propri in tutta Italia, avesse punti in comune con il nostro movimento di EMERGENZA DEMOCRATICA.La prima cosa che abbiamo chiesto al "SIGNOR ROSSI" è stato se avessero mai intenzione di trasformare detta "LISTA CIVICA" in una forza con logiche di "PARTITO" o di allearsi in futuro con qualche "PARTITO", al che ci siano sentiti rispondere: "NO".E questo è stato un terzo punto a suo favore, che ci ha convinto a collaborare con loro, dandoci una mano reciprocamente per cercare di cambiare il panorama politico "PARTITICIZZATO" di questo nostro Paese.In poche parole, noi fino al 13 aprile chiederemo a tutti di votare i loro candidati e loro daranno a noi una mano per raccogliere le firme a favore della legge popolare, già depositata in Cassazione, per il dimezzamento degli stipendi dei parlamentari (a proposito, con le elezioni anticipate, la scadenza di presentazione della legge e delle firme in Parlamento viene procrastinata di alcuni mesi, per cui abbiamo più tempo per la raccolta in tutta Italia).Una volta interpellati e sentiti i vari coordinatori regionali di EMERGENZA DEMOCRATICA, abbiamo deciso unanimemente di sostenere questa "LISTA CIVICA" che si chiama "PER-IL-BENE-COMUNE".Quindi, a questo punto, non ci resta che ("UMILMENTE" e "GENEROSAMENTE") esortare tutti ad andarsi a leggere il loro "CODICE ETICO" e il loro "PROGRAMMA" sul sito www.perilbenecomune.net e invitare chiunque il 13 aprile ("COLLABORATIVAMENTE" e "DISINTERESSATAMENTE") a votare la lista civica nazionale: "PER-IL-BENE-COMUNE"...

da: http://emergenzademocratica.blogspot.com/

Pubblicato da Faber alle 12:03  
1 commenti
EMERGENZA DEMOCRATICA ha detto...

Perfetto!
E adesso tutti sotto con la "promozione" urbi et orbi...

25 marzo 2008 12:15  

Posta un commento