In Diretta da Bari, Mercoledì 15 ottobre ore 19:15

15 ott 2008


Clicca qui per vedere la diretta su RadioAlta

BARI - 14.10.08 - Le reti di complicità tra politici, esponenti professionali e istituzionali, faccendieri e malavitosi, organizzate con l'unico scopo di saccheggiare i beni e le risorse pubbliche, sono il tema centrale del libro "Roba nostra. Storie di soldi, politica, giustizia, nel sistema del malaffare" scritto da Carlo Vulpio, firma illustre del Corriere della Sera ed edito da "Il Saggiatore" che verrà presentato a Bari domani.

Il libro punta l'attenzione sui partiti-famiglia, formula di grande successo in Sicilia, Calabria, Basilicata, Campania, Puglia, Molise, macchine oleatissime con cui si smistano i fondi nazionali ed europei, si assegnano gli appalti, si decide la fortuna o la sfortuna nelle carriere pubbliche, a cominciare dalla magistratura. Di queste forze, dopo le scoperte pionieristiche del pool di Milano, il libro "Roba Nostra" offre la radiografia più aggiornata.

Nuovi capibastone politici, tangentisti della prima e della seconda Repubblica, massoni riuniti in fantasiose logge, affaristi devoti della Compagnia delle Opere, clan familiari che sperimentano le tecniche più spietate per garantirsi il controllo di tutto ciò che è pubblico in intere regioni: dalla sanità all'istruzione, ai cosiddetti incentivi per lo sviluppo. La saga italiana delle «mani sporche» tocca con questo libro uno dei suoi culmini.

Carlo Vulpio sarà a Bari mercoledì 15 ottobre per la presentazione del libro organizzata dal movimento politico "Per il Bene Comune" e dall'associazione "La rete per la legalità e i diritti negati" che si terrà presso il Palazzo di Città alle ore 19:15. Oltre all'autore interverranno: Michele Emiliano sindaco di Bari ed ex magistrato. Antonio Ingroia, sostituto procuratore presso la direzione distrettuale antimafia della Procura di Palermo. Salvatore Borsellino, ingegnere e fratello del giudice Paolo Borsellino. Fernando Rossi, senatore della XV Legislatura e membro del coordinamento nazionale di "Per il Bene Comune".

L'incontro sarà moderato da Giovanna Bruno, giornalista di Telenorba.


_______________________________________


Firma la petizione per dire NO al NUCLEARE.

Pubblicato da Faber alle 15:53  
1 commenti
Melina2811 ha detto...

Credo che ripasserò spesso su questo blog, infatti tratta argomenti che mi interessano. Maria

15 ottobre 2008 20:38  

Posta un commento