Cominciamo dall'Abruzzo a cambiare l'Italia!

17 nov 2008

Ho da pochi istanti ricevuto la telefonata di Angelo Di Prospero, candidato governatore alle prossime elezioni regionali in Abruzzo: "Devo comunicarti una bella notizia: siamo stati riammessi! Ho pensato, asesso che c'è Per il bene comune, cominciano davvero a cambiare le cose, e in questo caso ha trionfato la giustizia".
Parole sacrosante!

Ebbene sì: ci avevano escluso per un mero errore materiale che non viziava la regolarità di tutte le pratiche consegnate, e il TAR ha dato ragione a PBC Abruzzo!

Si parte da qui: il 30 novembre e l'1 dicembre i cittadini avranno finalmente una alternativa reale ai partiti tutti! Passate parola: è possibile cominciare a cambiare l'Italia partendo dall'Abruzzo...basta scegliere Per il bene comune!


Un grazie di cuore ad Angelo Di Prospero e a Claudio Zimarino per l'impegno profuso e per averci creduto sino in fondo!

Pubblicato da Monia alle 10:52  
6 commenti
Anonimo ha detto...

Ottimo.
Però non è possibile che un blog politico abbia sempre "zero" commenti sui post!

Alessio

17 novembre 2008 12:20  
Luciano ha detto...

Forza così!
Riguardo i commenti è vero....bisogna diffondere anche il blog di Per Il Bene Comune, oltre che il movimento stesso! :-)

17 novembre 2008 13:14  
ninnillomio@libero.it ha detto...

caro alessio, hai ragione ma devi sapere che spesso i commenti e le discussioni vengono portate avanti nel meetup del pbc e non qui sul sito. vienici a trovare anche là

17 novembre 2008 13:19  
lucilla ha detto...

Bellissima notizia!!
Cosa possiamo fare, anche se non siamo abruzzesi, per dare una mano alla propaganda elettorale del PBC?

17 novembre 2008 13:52  
Anonimo ha detto...

Bellissimo!! Beh dai dopo tutto se fanno slittare di 15 giorni la data delle elezioni, possiamo dire che ci hanno fanno anche pubblicità!

17 novembre 2008 15:47  
Monia ha detto...

Per l'Abruzzo ognuno può contattare amici e parenti elettori oentrare in blog e siti abruzzesi in cui si possano lasciare commenti.
Qualcuno potrebe farci uno o due giorni di ferie e aiutare gliamici del luogo nel porta a porta o nel volantinaggio, attacchinaggio, ecc.
Un abbraccio, Nando.

17 novembre 2008 18:10  

Posta un commento