Il Voto Complice

31 mar 2008




Da qualche settimana vivo una full immersion nel mondo della campagna elettorale. Un’esperienza del tutto nuova che, se non è invidiabile, è senz’altro interessante almeno dal punto di vista psichiatrico.
Tra i tanti casi d’interesse medico, m’imbatto sempre più spesso in giornalisti o, meglio, in personaggi che si autodefiniscono tali, che “la sanno lunga” e che mi trattano per quello che sono: da dilettante. Nella loro spocchia, ciò di cui non si accorgono è che è il “professionismo” loro e di chi li imbecca ormai per inveterata tradizione ad averci condotto dove siamo ora. Né si accorgono di quanto fino ad ora abbiano vissuto in una sorta di mondo illusorio dove il più comune buon senso è stato gettato alle ortiche, dove la legalità esiste solo laddove faccia comodo a chi “conta”, dove l’informazione passa attraverso filtri che molto annullano e quasi tutto ciò che passa è distorto, e dove persino la scienza è stata bandita. Presunzione, questa, che ci sta costando carissimo.Per me che sono un dilettante e che di buon senso e scienza non so fare a meno, anche perché mi manca l’addestramento necessario per usare il cervello secondo canoni diversi, è del tutto ovvio che i nodi vengano sempre al pettine, che, quando si commette un errore di rotta, non si arrivi alla meta prefissata ma altrove.
Mentre scrivo queste note mi trovo all’aeroporto di Fiumicino, pronto ad imbarcarmi su di un volo Alitalia. Qui tutto il personale in giacchetta verde ha un’aria da cocker bastonato
ed è come in trance. Ieri e l’altro ieri e il giorno prima ancora i vari giornalisti che m’intervistano (“mi raccomando, lei conosce i tempi televisivi: trenta secondi e non di più”) m’interrogano sulla compagnia di bandiera e sul suo stato che non è più preagonico come é stato per anni, ma ormai con un piede nella fossa. Pare che chi “la sa lunga” non si sia mai accorto in tutti questi anni che se hai personale in evidente esubero perché è stato assunto con i soliti criteri italici dell’amico dell’amico, se i servizi sono tutt’altro che impeccabili e se hai un manager che dimostra in maniera lapalissiana di non essere in grado di condurre nemmeno una linea provinciale di autocorriere, eppure si fa arrivare nelle sue tasche tanto denaro da fare invidia a un satrapo del gas russo (più o meno 1.600 Euro/ora per 24 ore al giorno e per 365 giorni/anno), le cose non possono funzionare.
E poi, ancora i giornalisti mi chiedono di gridare allo scandalo se il mondo schifa le mozzarelle campane. Ma, mi chiedo io, cari signori, come accade che nessuno di voi abbia mai avuto occasione di denunciare la tragedia, ché di tragedia si tratta, di una politica rapinosa e dissennata che ha trasformato la Campania in una terra bruciata e in molti casi irrecuperabile (bonifiche? Ma mi facciano il piacere!). Questo delle mozzarelle rimandate al mittente è solo una delle conseguenze logiche. Aspettate e vedrete il resto: intorno a Taranto la diossina è alle stelle, e così in tante parti d’Italia, e la diossina non finisce solo nel latte ma, per esempio, nelle olive. Traetene le conseguenze. Io, dilettante che sono, non ho difficoltà a farlo.
Ma ci sono ancora i vari saputelli catodici che sparano idiozie sugl’inceneritori che, nella loro mente intasata dai quattrini di chi li corrompe regolarmente, sarebbero perfettamente innocui. Scienza? Evidenza? Davanti alle esternazioni dell’oncologo di regime anche scienza ed evidenza piegano la testa. Bene: aspettate un attimo anche per questo, pure se non ci sarebbe bisogno di attese: malattie cardiovascolari; cancri, malformazioni fetali, malattie neurologiche e quant’altro sono lì, oscenamente evidenti a tutti coloro che non hanno le fette di salame sugli occhi.
Continuando, ci sono tutti i megafoni dei manutengoli di regime che promettono – e non importa da chi venga la promessa – meno tasse per tutti, pensioni doppie, aria pulita… Manca solo la vista ai ciechi e un record di corsa a chi non ha le gambe e avremo completato la scenetta del Gatto e della Volpe di Pinocchio. Tutto questo bengodi a fronte della promessa di ridurre di due, cinque, dieci volte gli emolumenti dei parlamentari come se quello fosse il nodo del problema. Chi abbia voglia di fare due conti, potrà giudicare e vedrà come idiozie del genere non sono che l’ennesima riproposizione del trucco, sempre uguale a se stesso, per vendere il loro pacco, un pacco che, ahimé, non è vuoto come quello degli onesti truffatori, ma è pieno di veleno. Credete davvero che togliere quella gocciolina nell’oceano risolva i problemi? Magari li aggraverà pure, perché con 1.200 Euro mensili come propone l’ubiqua Santanché si avrà un argomento in più per giustificare il vecchio assalto alla diligenza.
E la criminalità che dilaga con i politicanti in testa? Come si fa a non vedere che questo stato comporta costi insopportabili e siamo oltre gli sgoccioli?
E allora io, dilettante, non riesco più a capire. Non riesco a capire come, dopo decenni di disastri, dopo che questa ignobile zavorra ci ha impedito il decollo e ora ci sta trascinando a fondo, si possa continuare a parlare di “voto utile”. Sarà a causa del mio dilettantismo, ma io non arrivo ad afferrare come possa essere “utile” andare da questi mascalzoni e dire loro di continuare tranquillamente a fare di noi ciò che vogliono. Un voto così è solamente complice.
Mi perdonerete, giornalisti scafati; mi perdonerete, tanti politici di carriera, ma a me sembrate una manica di delinquenti.


Stefano Montanari

Pubblicato da Faber alle 17:38  
14 commenti
caravaggio ha detto...

vero, non può esistere il "politico" di professione, che persona è uno che va a parlare a vanvera e demagogicamente ad ogni ora. L'amministratore, e utilizzo questa parola al posto di politico, può non avere bisogno di sapere parlare bene, forbito e a lungo, quello di cui necessita veramente è il sapere agire, farle le cose che si propongono (verbo proporre al posto di promettere, troppo forte, utopico e ancora demagogico). Questi giornalisti continuano a parlare e ad essere felici nella loro bottega di filosofia (citazione da Fossati), non c'è bisogno di parlare per ora del nulla e di nulla a porta a porta, parlare di cose che vengono promesse, e questa volta uso promettere perchè ci ingannano, da quindici anni oramai. Per questo io mi affiderò a voi, per la vostra sincerità, pragmatezza e risoluzione nel confrontarsi con un mondo, una casta, oramai una setta, che sta scivolando via e si sta trascinando con sè verso il baratro. bastano poche parole, per finire, elencare quello che si vuole fare, prendere perchè no anche spunto dai programmi degli altri, che se un'idea è buona ma è venuto ad un altro non vuol dire che debba venire essere scartata a priori. Ho letto il vostro programma e condivido tutto in pieno, spero che molti altri facciano lo stesso. Ecco, questo volevo dire, volevo solo dare il mio appoggio, il discorso dentro la mia testa o detto a voce mi sembrava molto più chiaro, ma il senso si capisce lo stesso via... Basta con la politica vecchia fatta di insegne e compromessi tra potenti che guardano solo ai loro interessi (di pochi), a spese di altri (di molti).

1 aprile 2008 00:22  
EMERGENZA DEMOCRATICA ha detto...

Caro Stefano,
anche noi di EMERGENZA DEMOCRATICA sappiamo bene che "DIMEZZARE" lo stipendio dei parlamentari (come richiesto nella legge popolare che abbiamo presentato in Cassazione a novembre e per cui stiamo raccogliendo le firme) non è la soluzione dei problemi, lo sappiamo benissimo; così come pensiamo lo sapessero bene anche Rossi e Turigliatto quando hanno presentato un emendamento del tutto simile nell'ultima finanziaria.
Ma sarebbe un "ESEMPIO", un "GROSSO" esempio e siccome per svegliare le "MASSE" dal torpore (con tutto il rispetto per le "MASSE") purtroppo a volte servono degli "ESEMPI", prova a pensare cosa vorrebbe dire, dal punto di vista "MEDIATICO" e poi via via giù a "CASCATA", se qualcuno riuscisse in un'"IMPRESA" del genere...

1 aprile 2008 09:55  
Amuro ha detto...

Salve,
avevo qualche domanda da porvi su un paio di punti del vostro programma che ho letto sul vostro sito:
- Televisione pubblica con ridotta pubblicità e canone dimezzato: perchè cercate ancora di fuorviare la gente? Quello NON è un canone, come quello di Sky o della 3, perchè un canone lo pago solo se voglio usufruire del servizio: quella è una ignomignosa tassa sul possesso di un elettrodomestico (televisione) per cui io ho già pagato le tasse (l'iva)! E vogliono costringermi a pagarla tutti gli anni! Pagare metà di una tassa insensata mi pare quantomeno un buon inizio, ma cercare di eliminarla?
Parliamo poi della SIAE: praticamente un'associazione a delinquere legalizzata. Chiedono ai cittadini di non masterizzare e scaricare i cd musicali o i film, poi però li tassano in maniera spropositata non certo incentivando all'acquisto.
- Revisione dei finanziamenti pubblici all'editoria radiotelevisiva e giornalistica: perchè solo una revisione? E' un privilegio che NON devono avere: se fanno un buon prodotto e vendono, campano, altrimenti che chiudano; non vedo perchè dobbiamo mantenere noi fonti di "informazioni", magari mezze privatizzate, che ci propongono cose orribili ogni giorno o peggio cercano di modificare la realtà dei fatti (ovvero quello che accade ogni giorno).
Nella speranza che questo possa essere il luogo adatto a porre questo tipo di domande e per poter ricevere qualche risposta, ringrazio in anticipo per la cortese attenzione.
Dario.

1 aprile 2008 15:39  
progettoide ha detto...

Il voto è spesso complice per inerzia indotta, ignoranza mantenuta, collusione ricercata. Tutte queste caratteristiche che definiscono l'elettore moderno sono conseguenza del sistema mass-mediatico che informa il sentire comune e lo controlla. Da questo non si può prescindere e deve essere ben compreso da chi si propone come alternativa. Il sistema ha certamente smarrito il buon senso ma ha fatto del controllo la base del suo perpetuarsi. Occorre abbandonare le pur vere definizioni di dilettanti della comunicazione ed agire affinchè i pochi mezzi, realisticamente deboli, di comunicazione siano utilizzati con la massima efficacia.
Tutte le apparizioni televisive e radiofoniche devono essere utilizzate per indirizzare l'elettore al sito internet di riferimento, dicendo di cercare sui motori "per il bene comune". Molte persone non sanno neppure dell'esistenza di questa lista civica. Raggiunto il sito saranno solo le proposte ed il programma a convincere l'elettore.
I pochi momenti mass_mediatici disponibili devono essere utilizzati per far convergere l'utente verso il sito. Altre strategie sarebbero altamente inefficaci.

2 aprile 2008 14:20  
stefybug ha detto...

Alla fine vinceranno i cattivi... una volta Adami disse: sapete perché censurano sempre meno personaggi come Moore o altri? Per dimostrarvi che se anche se ce li fanno vedere e voi sapete, non avete più né la forza, né il potere e soprattutto non avete l'intenzione di fare qualcosa.
Questo paese non ha più bisogno della politica e si continua a votare politici. Ripeto: questo paese non ha più bisogno di politica. I politici non sono in grado di fare niente salvo stare al soldo degli sponsor.
Ti prego, fai capire questo al prossimo.
Un domani potrei avere un cancro, o un figlio deforme.
Il voto è cancerogeno se non stiamo attenti. Ripeto: il voto è cancerogeno.

2 aprile 2008 22:58  
Simone SEVERI ha detto...

Avevo deciso che valeva comunque la pena votare ma stavo decidendo per chi. Forse l'ho trovato: Per il bene comune..?
Intanto vi seguirò almeno per il prossimo mese...
-Il pianeta Terra non si accorgerebbe di nulla se il genere umano scomparisse. Tutto continuerebbe come deve.- Piero Angela

2 aprile 2008 23:30  

DIAMO SPAZIO AI DILETTANTI, ESPERIENZA NON E'SEMPRE SINONIMO DI EFFICIENZA-EFFICACIA-SVILUPPO;SE COSI' FOSSE, TANTE IDEE E TANTI PRODOTTI NON SAREBBERO MAI NATI!

CI SONO MIGLIAIA DI GIOVANI ALLA RICERCA DI QUALCUNO CHE TENDA LORO L'ORECCHIO PER SPIEGARE IL PERCHE'!

QUESTA E' UNA DELLE TANTE INZIATIVE
CHE DIFFICILMENTE PORTERA' DA QUALCHE PARTE SE NESSUNO TENDERA' IL PROPRIO ORECCHIO.

CIAO A TUTTI,
BENVENUTI IN UNA DISCUSSIONE DA NON TRASCURARE ANCHE SE SIETE VENTENNI!
[b]QUANTA IMPORTANZA DATE AL LIMITE DI ETA' [/b]CHE SPESSO COMPARE NEGLI ANNUNCI DI LAVORO - FORMAZIONE E NEI CONCORSI,SIA NEL PRIVATO CHE NEL PUBBLICO? AVETE MAI PENSATO CHE ESSERE TAGLIATI FUORI PER L'ETA' , A PARITA' DI ALTRE CONDIZIONI,SIA UN'IDIOZIA ED UN'INGIUSTIZIA (NON TUTTO CIO' CHE LA LEGGE DICE E' GIUSTO! IN QUESTO CASO IL RIFERIMENTO E' ALLE LEGGI CHE CONCEDONO AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE CHE ASSUMONO [i]GIOVANI ENTRO CERTI LIMITI DI ETA'[/i]-UTILIZZANDO FONDI PUBBLICI AI QUALI CONTRIBUIAMO TUTTI PAGANDO I TRIBUTI)
ESPRIMETE LE VOSTRE OPINIONI -ESPERIENZE E PROPOSTE PER FAR SCOMPARIRE UNO DEI TANTI ORRORI CHE IMPEDISCONO LO SVILUPPO DELLA PERSONA IN CAMPO LAVORATIVO, ECONOMICO E SOCIALE-CONTRARIAMENTE A QUANTO AFFERMATO DALL' ART 3 (PRINCIPIO FONDAMENTALE) DELLA COSTITUZIONE DELLA QUALE SI CONTINUA A FESTEGGIARNE L'ANNIVERSARIO....SPENDENDO EURO DI TUTTI.
GRAZIE PER LA COLLABORAZIONE E FATE SENTIRE LA VOSTRA VOCE!

Pubblicato su: job crawler.it / forum/ banche e concorsi
E su : job crawler.it / forum/ aiuto con il seguente TITOLO:
DISCRIMINAZIONE NEGLI ANNUNCI DI LAVORO PER L’ETA’

Vogliamo far sentire la nostra voce!

3 aprile 2008 02:20  
qualita ha detto...

Ho letto con interesse il suo post e le confesso che fino ad oggi non conoscevo questa lista civica nazionale, colpa del silenzio mediatico verso tutte quelle forze politiche che non siano PD e PDL.
Fino ad oggi pensavo che l'unica cosa da fare fosse il "non voto" utile se non altro a me stesso, per non sentirmi più in colpa per aver dato il voto a persone che non rappresentano più nessuno.
Leggendo il suo commento la speranza che qualcosa possa cambiare è balenata nella mia testa e mi ha dato un po' di ottimismo.
Grazie e cordiali saluti.

3 aprile 2008 09:07  
colibrì ha detto...

non vi conoscevo. ieri per caso ho scovato una vostra intervista sulla rai e sono rimasta profondamente colpita, colpita dal vostro programma che non posso che condividere in pieno, e colpita dal comportamento dei giornalisti che conducevano l'intervista che rasentava il comico, per non dire altro. beh che dire adesso che vi conosco non posso che sostenervi e approfondire la vostra conoscenza. ci saranno incontri su roma?
R.E. www.iocolibri.it

3 aprile 2008 17:34  
clausneghe ha detto...

Voialtri per il bene comune cominciate con me proprio male.
Infatti, avete,dopo "i grilli parlanti" usurpato anche voi la pagina che compare sul mio Blog dopo clic sul bottone di "astensione org".

Questa è volgarità pubblicitaria truffaldina che io non ammetto.
Io non voterò e tanto meno voterò gente come voi che ricorre a bassi trucchi.
Toglietevi dal mio banner,subito.
Altrimenti dovrò rimuoverlo,cari voi sì sabotatori.

6 aprile 2008 10:00  
clausneghe ha detto...

Bene,ho eliminato il bottone banner di "astensione org" pur di non vedervi comparire abusivamente nel mio Blog.
Siete contenti? Vergognatevi.

6 aprile 2008 13:36  
robyf1965 ha detto...

Il vostro programma probabilmente è l'unico che si avvicina al mio pensiero, ma il banner astensione.org che porta al vostro sito vi mette al pari con tutti.
Per non perdere ulteriori voti fate ancora in tempo a toglierlo...
Roberto

6 aprile 2008 19:22  
vesuvio ha detto...

Più la sento, più leggo i Suoi commenti e più mi fa tornare indietro negli anni. A tanti di noi avanti con gli anni ci sta galvanizzando, e non solo, tanti giovani vedono di nuovo un futuro, una speranza. Lei è diventato l'idolo di Giulio, non fa altro (in ogni occasione)di emularLa.
Continui,grazie Gennaro.

7 aprile 2008 23:00  
robyf1965 ha detto...

Grazie per aver messo la richiesta in home.

8 aprile 2008 16:40  

Posta un commento