No Comment

16 mag 2008



« Prima di tutti vennero a prendere gli zingari e fui contento
perché rubacchiavano.

Poi vennero a prendere gli ebrei e stetti zitto perché mi
stavano antipatici.

Poi vennero a prendere i comunisti ed io non dissi niente perché
non ero comunista.

Un giorno vennero a prendermi e non c'era rimasto nessuno a
protestare ».

Bertolt Brecht


Tripoli, 14:03, LIBIA:GHEDDAFI ACCUSA EUROPEI,AFFONDANO BARCONI MIGRANTI

Muammar Gheddafi accusa i governi europei di pianificare la morte di centinaia di migranti africani, affondando i barconi che cercano di raggiungere il continente. Il leader libico, parlando a un incontro con i capi dei sindacati africani, non ha fatto cenno in modo esplicito all'Italia ma ha sottolineato una "tragedia in pieno svolgimento: nel Mar Mediterraneo una guerra e' stata mossa contro gli africani". L'Europa, ha aggiunto Gheddafi secondo l'agenzia Jana, "vuole difendersi e impedire ai migranti di raggiungere le coste. Cosi', colpisce le loro barche e poi annuncia che tutte le persone a bordo sono morte. Talvolta, con il pretesto di soccorrere un barcone lo rovesciano, e ne fanno morire gli occupanti".


Madrid, 15:06, SICUREZZA: GOVERNO SPAGNOLO, IN ITALIA POLITICA XENOFOBA

Il governo spagnolo ha accusato l'Italia di xenofobia. Riferendosi agli arresti di massa -in soli sette giorni oltre 400 clandestini finiti in carcere- la vice di Jose' Luis Zapatero ha tenuto a sottolineare la differenza tra la politica sull'immigrazione messa in atto da Madrid e quella del IV governo Berlusconi: "Il governo (spagnolo, ndr) -ha sottolineato il numero due dell'esecutivo, Maria Teresa Fernandez de la Vega, le cui frasi sono riportate da El Mundo- respinge la violenza, il razzismo e la xenofobia e, pertanto, non puo' condividere cio' che sta succedendo in Italia. La Spagna lavora a una politica dell'immigrazione legale e ordinata, che permetta il riconoscimento di diritti e doveri". L'esecutivo progressista di Zapatero, che ha di recente inasprito la normativa sull'immigrazione, e' stato diverse volte tirato in ballo da esponenti del centrodestra come pietra di paragone per l'avvio anche nella penisola di una politica piu' che severa sui flussi migratori.

Il Pd a Ponticelli


View blog reactions

Pubblicato da Faber alle 17:24  
1 commenti
walter ha detto...

Non ci credo che quel manifesto sia del Pd

17 maggio 2008 19:56  

Posta un commento