119.420 GRAZIE

15 apr 2008



Ci abbiamo provato per darci e per dare al Paese un’alternativa rispetto a tutti i partiti. Non c’è più “ideologia” che tenga: destra, sinistra, centro, alcuni nomi nuovi…tante parole vecchie. E soprattutto vecchi governi. Li avevamo già “testati”: Berlusconi e afFini, Veltroni & Co. (il ‘nuovo che avanza’ era vicepremier con il primo Prodi) ed eravamo consapevoli dei loro misfatti. Per la Sinistra Arcobaleno, ci era bastato vederli tutti compatti ed allineati (immobili, se non conniventi) nell’ultimo paio d’anni. Non c’erano più problemi di salari e stipendi (ricordate? Fu addirittura Draghi a sollevare la questione salari), per le pensioni era bastata la sceneggiata del 20 ottobre scorso (pensionati, lavoratori e sindacati in piazza contro un protocollo che gli stessi partiti avevano già accettato e siglato con Prodi), per i precari non una foglia si era mossa a loro favore, la guerra era improvvisamente diventata una missione di “pace”, per l’ambiente…c’era addirittura chi abbozzava a “migliorie” nell’impatto estetico di centrali turbogas, a carbone, o inceneritori. In un simile panorama, cosa si poteva fare (a parte espatriare)?
Abbiamo scelto di reagire e rimettere al centro un impegno per il bene comune.
E andando contro tutto il sistema dei partiti, essi hanno pensato bene di ignorarci quasi a ‘pontificare’ la nostra non esistenza.
Abbiamo perso, ma la corsa era truccata. I media hanno vinto queste elezioni, ma PER IL BENE COMUNE non deve morire: i nostri 119.420 voti ce li siamo strappati uno ad uno ed hanno retto alle lusinghe clientelari ed al “terrore” del voto utile. Sono un bene prezioso.
Non abbiamo nulla di cui pentirci; diverso è per chi si è fatto convincere a non votare a o votare per Di Pietro.
Adesso cominciamo da qui.
Ognuno rifletta sulla campagna che abbiamo condotto, su eventuali limiti ed errori, ma con la consapevolezza che se anche tutti avessimo lavorato come hanno fatto i più bravi di noi (mettiamo le migliori esperienze sul blog), non avremmo comunque raggiunto l’1% nazionale.
Discutiamone sul meetup, selezionando nei prossimi 10 giorni le questioni centrali su cui abbiamo bisogno di costruire il nostro futuro sviluppo. Poi riuniamoci, propongo sabato 26, per decidere come procedere.


Nota personale: Oltre ai 119240 grazie a tutti coloro che hanno espresso il loro voto PER IL BENE COMUNE, vorrei assegnare simbolicamente un “Oscar” (il riferimento è volutamente relativo al nome del benefattore) a colui che, puntando tutta sulla fiducia, ha raccimolato dai propri risparmi ben 4.000 euro per sostenere la nostra campagna elettorale. Allo stesso modo sono grata a Nando (sia per le risorse economiche iniettate nel progetto, sia per il coraggio e la coerenza dimostrati) e Stefano (per l’impegno e la forza di volontà), ma soprattutto sono riconoscente verso tutti coloro che hanno chiesto materiale e lo hanno diffuso, hanno attaccato manifesti (grazie per le riprese video e le foto delle vostre imprese!), hanno inviato mail, parlato con la gente e contattato altre persone. Un vivo ringraziamento anche a chi mi è stato vicino nei momenti più duri, quando fatica e sconforto rischiavano di prevalere sull’entusiasmo e sulla convinzione. Ed infine un grazie speciale a chi – di fronte ai risultati di ieri - ha saputo infondermi un po’ di speranza con un detto arabo: “in ogni deserto, c’è sempre un’oasi”. E nel panorama arido lasciato da queste elezioni, da oggi si riparte alla ricerca della nostra oasi, per poi lavorare e farne una foresta.

Pubblicato da Monia alle 17:04  
12 commenti
marco ha detto...

E' stato fatto un lavoro STRAORDINARIO... senza l'appoggio dei mezzi di comunicazioni tradizionali siamo arrivati in tantissime case...

Senza lobby o appoggi di nessun tipo siamo andati avanti contro tutto e tutti su un sentiero tutto in salita fin dal principio, ma questo non ci ha fermato...anzi.
Nel giro di qualche mese abbiamo ottenuto la fiducia di oltre 100.000 persone. Secondo me è un dato dal quale bisogna assolutamente ripartire, tutti uniti in vista dei prossimi impegni...

Forza ragazzi

Marco
pbc Roma

15 aprile 2008 17:50  
antonio ha detto...

Ho votato per il bene comune domenica mattina , sapendo che non sarebbe stato un voto utile, se non alla mia coscienza di cittadino .
Nel Vostro programma ho trovato le cose essenziali e necessarie per l'Italia oggi , non promesse gonfiate e balle spaziali,
avete elencato punti che credo molti cittadini di buon senso condividano in pieno .
Il resto è il solito muro della bassa politica, difficile da abbattere a anche solo scalfire .
E' ovvio, avrei preferito che vincesse Veltroni al posto di Berlusconi, anche se Veltroni ha fatto una campagna elettorale molto misera, oggi ci tocca rifare i conti con il padroncino d'Italia, il camaleonte settantenne che non sembra temere rivali, l'immortale sodomizzatore del bene comune .
Sono anche amareggiato che la lega abbia stravinto , un segnale pessimo e nefasto, dove sta andando questa società? tanti giovani hanno votato lega e adesso che la sinistra è fuori dal parlamento e Berlusca riscriverà i libri di storia, questi giovani gagliardi impareranno la storia d'Italia a partire dall'era Berlusca e Bossi, che hanno fatto la resistenza contro la bestia comunista, debellata per sempre.

15 aprile 2008 18:02  
Nomade ha detto...

Sono un Vs. elettore dell'ultima ora e sono fiero di avervi dato il mio appoggio in sede di votazione.
Vi ringrazio perchè mi avete dato un pò di luce nel griogiore del panorama politico italiano ( fino a poco tempo fa avrei annullato la scheda come le ultime volte ).
Non mollate e continuate su qs. strada !!!!!
Grazie.
P.S. : nel mio piccolo sono riuscito a convincere anche mia moglie il giorno prima delle votazioni a darvi il suo consenso.

15 aprile 2008 18:05  
harzman ha detto...

Non mollate!
Anch'io ho scoperto PBC solo all'ultimo momento, dopo mesi di disincanto e rimuginamento, e così sono riuscito a passar parola solo a pochi.
Certo, visti i tempi nefasti il nostro voto è rimasto a malapena visibile e comunque ininfluente, ma credo fermamente che l'esperienza debba continuare e crescere, soprattutto radicandosi a livello locale, a partire dai prossimi turni elettorali. È forse proprio lì, dove la mediatizzazione della politica arriva solo fino a un certo punto, che si possono gettare le basi di un movimento civico-politico potenzialmente dirompente.
Sono con voi.

15 aprile 2008 19:09  

peccato, sinceramente speravo in qualche voto in più, non di arrivare alla soglia del 4%, ma qualcosa in più nonostante il poco tempo della campagna pensavo proprio fosse lecito sperarlo...
penso che, più che di apparentarsi con altri schieramenti, serva un capillare attacco di informazione, con riunioni e convegni sul territorio fino al porta a porta se serve, tradotto serve il massimo impegno possibile da parte di chi ci crede per... divulgare il verbo! il blog va bene ma serve, secondo me, più contatto con la gente
cmq sia, grazie e... vietato mollare!

15 aprile 2008 19:31  
daniele80 ha detto...

Ci chiamiamo Daniele, 28 anni, laureato in economia precario da ormai 3 anni e Linda, 22 anni, studentessa universitaria. Vi ringraziamo per tutto quello che avete fatto e che speriamo continuerete a fare. Vi ringraziamo per essere stati gli unici a proporre un programma elettorale in cui ci siamo potuti riconoscere per la prima volta da quando abbiamo la possibilità di votare.
Il voto utile invocato dai due partiti di centro è la piu grande balla nella storia della politica di questo paese, l'unico e vero voto utile è quello per chi veramente ti rappresenta, punto!
Vi ringraziamo per questo, per averci fatto sentire finalmente rappresentati, dopo anni di voti dati al "meno peggio".
Per la prima volta in vita nostra siamo fieri del nostro voto, per la prima volta qualcuno ha avuto il buon senso di parlare di priorità per il nostro paese che vengono prima di qualsiasi interesse di fazione, per il semplice fatto che sono priorità trasversali, veramente bipartisan, per chi in italia ci vive e fa sempre più fatica a viverci, ossia la stragrande maggioranza del popolo italiano.

un grazie di cuore!
daniele&linda

15 aprile 2008 20:43  
EMERGENZA DEMOCRATICA ha detto...

Scusate la "PRESUNZIONE", ma avendo "COLLABORATO" con PiBC, anche noi vorremmo fare la nostra modesta analisi.
A parte i ben noti motivi legati alla forza economica, mediatica e storica del PD e PDL (non dimentichiamoci che forze politiche "SECOLARI" sono state letteralmente "CANCELLATE"), "PER-IL-BENE-COMUNE" non è riuscito a raggiungere nemmeno l'1% fondamentalmente per i seguenti motivi:
1) i tempi sono stati strettissimi anche per chi era già "PRONTO",
2) in quasi tutta Italia non lo conosceva praticamente "NESSUNO",
3) molti lo hanno assimilato ad un qualunque altro "PARTITO".

Quindi bisogna che, da adesso in poi, le forze "APARTITICHE" che hanno basi comuni e condivise si aggreghino e si rafforzino "INSIEME", magari non fondendosi ma nemmeno andando ognuno per conto suo e utilizzando ogni mezzo disponibile per farsi conoscere da tutti, soprattutto ribadendo solo pochissimi e chiarissimi "CONCETTI", solo e soltanto quelli, senza divagare e perdersi in troppi discorsi lunghi e inutili, senza spiattellare le solite mille "PROMESSE" come fanno i politicanti "PARTITICIZZATI", altrimenti non si arriverà "MAI" da nessuna parte.
Noi ci siamo.
Ciao...

16 aprile 2008 07:47  
Angelo ha detto...

Sono d'accordo con l'analisi fatta da Emergenza Democratica.

In particolare, mi preoccupa moltissimo che il mondo ambientalista sano non abbia ora in Italia (caso unico in Europa) nessuna rappresentanza democratica eletta!!!

Suggerirei a Fernando Rossi e Stefano MOntanari di "sondare" possibili alleanze e sinergie con verdi e associazioni ambientaliste che non si riconoscono nell'attuale dirigenza, della quale persino l'Europa ne chiede immediate dimissioni!!

Non molliamo, il lavoro comincia adesso.
Angelo
pbc Marche

16 aprile 2008 09:28  
padmani ha detto...

Sono con voi, mai come questa volta c'è bisogno di gente che faccia qualcosa non per gli interessi di una sola categoria, o di di una ideologia, ma per il bene di tutti. 119.ooo persone ci credono e cresceranno. Grazie!

16 aprile 2008 11:17  
Gianluca Pistore ha detto...

in fin dei conti siamo andati benino... alle prossime dobbiamo necessariamente migliorare.

16 aprile 2008 15:04  
baol ha detto...

Ciao, grazie a voi. Erano anni che non uscivo dalla cabina elettorale sentendomi "leggero". 119mila voti non sono per niente pochi. La prossima volta mi darò come obiettivo quello di raccolgiere almeno 100 voti per il NOSTRO movimento. E' una promessa che mi/vi faccio.

16 aprile 2008 20:24  
federica salsi ha detto...

A cura del settore Programmazione Controlli e Statistica del Comune di Bologna sono online 18 mappe tematiche che forniscono una rapida raffigurazione della distibuzione territoriale del voto a Bologna nelle ultime elezioni.

http://www.comune.bologna.it/iperbole/piancont/elezioni2008/indice.htm

Le mappe tematiche si riferiscono alle coalizioni e alle liste che hanno superato il 2% dei voti nelle elezioni politiche del 13 e 14 aprile 2008.


Fonte
Settore Programmazione Controlli e Statistica del Comune di Bologna


Data di pubblicazione: 18/4/2008

18 aprile 2008 12:56  

Posta un commento