Dalla Striscia di Gaza

30 mag 2008



Desmond Tutu, inviato Onu nella Striscia di Gaza per indagare su strage Beit Hanoun: 'Ciò che ho visto va oltre l'umana comprensione'.


Gaza - "Ciò che ho visto nella Striscia di Gaza va oltre l'umana comprensione. L'assedio contro la Striscia è illegale e deve finire immediatamente". Sono queste le parole con cui il premio Nobel per la pace, l'arcivescovo sudafricano Desmond Tutu, ha fotografato la devastante situazione nell'area, causata da un feroce assedio israelo-americano, con la complicità europea, e dalle continue violenze perpetrate da Tsahal contro la popolazione palestinese.

Tutu, eroe, insieme a Nelson Mandela, della liberazione del Sudafrica dal regime dell'Apartheid, è in visita nella Striscia di Gaza per guidare una delegazione Onu che investiga sui crimini commessi da Israele nel 2006 contro la cittadina di Beit Hanoun, dove 19 persone furono uccise. Quasi tutte appartenevano a una stessa famiglia.

Ieri, durante una conferenza stampa con il premier del governo della Striscia di Gaza, Ismail Haniyah, Tutu ha rivolto un appello per la fine delle violenze contro la popolazione civile nel conflitto israelo-palestinese e ha aggiunto di sperare che entrambe le parti in causa accettino la tregua.

L'arcivescovo sudafricano si è detto entusiasta di incontrare il governo di Gaza, di conoscere la situazione nella Striscia e di poterne parlare al mondo. E ha spiegato che Israele aveva bloccato l'ingresso della delegazione, nel 2006, inviata dal Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite. Il governo di Tel Aviv aveva ammesso l'eccidio, ma aveva prosciolto i suoi soldati da ogni responsabilità, spiegando che si era trattato di un "errore dei radar". Cioè, di un effetto collaterale.

Questa volta, la delegazione Onu, è entrata dal valico di Rafah, passando per l'Egitto.

Tutu ha incontrato anche il sindaco di Beit Hanoun, Muhammad Kafarna, che lo ha informato sulla situazione in cui vive la cittadina - una delle più colpite dalle violenze israeliane.

Il sindaco ha spiegato che il 3,5% dei 42.000 dei residenti di Beit Hanoun sono stati resi disabili, handicappati, fisici dagli attacchi israeliani. E ha aggiunto che le forze israeliane usano armi non convenzionali, F16 e artiglieria pesante contro la popolazione della Striscia di Gaza. E ha smentito categoricamente che l'eccedio contro Beit Hanoun, nel novembre 2006, possa essere stato causato da un "errore" tecnico. "Possiamo essere d'accordo - ha sottolineato - che un missile manchi il bersaglio, ma qui stiamo parlando di una grande quantità di missili che si sono abbattuti su una sola casa, ogni cinque minuti. Questo non può essere un errore tecnico".

Kafarna ha spiegato che le perdite umane di Beit Hanoun "non possono essere compensate", e che attraverso l'assedio della Striscia, Israele sta lentamente uccidendo il milione e mezzo di gazesi.

Tratto da www.infopal.it

Pubblicato da Monia alle 11:34  
1 commenti
Anonimo ha detto...

Saluti da Piacenza.

Considero che Israele si è allontanato dalla verità,seppure
avesse ricevuto abile guida dagli scritti antichi,parlo della Torà,che doveva essere un tutore per arrivare
alla Maturità (la legge dell'Amore)(Racchiuso nell'esempio di vita di Gesù il Cristo)
Ciò è fare e adempiere il principio:
Fai agli altri quello che vorrebbe esere fatto a te.
Implica agire per il Bene Comune.
Non come indica un'altro principio (Enunciato da Confucio)
Che dice:
Non fare agli altri cio che non vorrebbe essere fattoa a te.

Il primo è meglio del secondo,
perchè implica un proposito,non
una negazione.

Il primo contempla sia il non
fare il male,inoltre spinge all'azione prepositiva di bene.

Ebbene per dimostrare che Israele
è completamente fuori e contro i principi di Dio:basta pensare agli accordi con l'amministrazione U.S.A
Ricevendo Finanziamenti per armi,
nel passato anno 2007 pari a 300
Migliardi di Dollari.(pensate a quante cose si possono fare di Bene con 300 M.di di Dollari.)

Lo stato più razzista del mondo,oltre che Egotista,è Israele,che considera inferiori tutti gli altri popoli,giacche si sente il popolo prescelto.

In realtà sfugge a loro che Dio
nel 607 A.E.v.
Dio li ha ripudiati come suo popolo,in seguito all'Assassinio di Gesù,questo popolo,non inteso
come discendenza carnale,ma come
organizzazzione Sionista,è stata
da Dio Maledetta fino al Sistema di Cose Vigenti.
Nota la distruzione nel 70 E.V.

Sono passati 2000 anni di storia
ma l'uomo non vuol capire.

La colpa e di ognuno di noi
quando vogliamo,desideriamo
vantaggi commettendo forzature sulla nostra coscenza,accettando compromessi:in famiglia,sul Lavoro e nelle relazioni sociali.

Oltre che all'ignoranza di supertizione che permea il sistema attuale.

Crediamo senza accertarci di ciò che crediamo,questo porta a tutte
le aberrazioni che la storia ci
fa conoscere.

La soluzione,informare,chiarire,
spingere le autorità diligenti e non corrotte a non vendersi al soldo dei poteri Forti,nella giustizia e coscenza.

Ognuno di noi ha da combattere
singolarmente lo stato di indecisione,l'ultima battaglia.
Chiamata (HARMAGHEDDON)

BUONA COSCIENZA A TUTTI

Saluti Eugenio Fava da PC

1 giugno 2008 19:43  

Posta un commento